Italy | Select other Country

La tua struttura ossea dipende dalla vitamina D

Se vuoi avere ossa forti per tutta la vita, inizia a pensare seriamente alla tua vitamina D.

Uno dei costi più ingenti del budget relativo alle cure sanitarie riguarda la cura delle fratture ossee, un problema che colpisce in particolar modo la popolazione anziana. Le fratture alle anche e al femore spesso portano a lunghe degenze ospedaliere ed a complicazioni basilari quali piaghe da decubito che potrebbero rivelarsi potenzialmente letali. Un buon punto di partenza in termini di prevenzione di tali problematiche è il controllo dei livelli di vitamina D. La scienza moderna ha riscontrato che la maggior parte di noi presenta carenze di vitamina D e, dal momento che questa particolare vitamina è estremamente importante per la salute delle ossa, sussistono tutte le ragioni per entrare in azione. Secondo gli studi pubblicati, circa i due terzi della popolazione europea, incluse le persone in buona salute, non assumono sufficienti quantità di vitamina D.

Scarsa densità di minerali
Una delle funzioni più importanti della vitamina D è quella di preservare l’equilibrio di calcio nello scheletro aiutando il sistema digestivo ad assorbire il calcio. Allo stesso tempo sostiene l’assorbimento del calcio nel tessuto osseo. La mancanza di vitamina D potrebbe portare ad una scarsa densità di minerali nelle ossa e ad un maggiore rischio di perdita del tessuto osseo. Gli studi hanno mostrato una correlazione positiva tra i livelli di vitamina D e la densità ossea di minerali nelle anche.

L’esercizio fisico è altrettanto importante
Oltre alle scarse quantità di vitamina D, anche uno stile di vita sedentario può compromettere la densità di minerali nelle ossa. Pertanto, è fondamentale essere attivi nel corso della vita. Attività fisiche come la corsa hanno un impatto sulle ossa, stimolando la formazione ossea e aiutando a mantenere un tessuto osseo forte. Unitamente all’esposizione solare, una dieta sana con appropriate fonti di vitamina D quali uova, pesce e carne, ed infine un’integrazione giornaliera per almeno il periodo invernale sono probabilmente la migliore strategia per avere ossa sane.

Altre notizie