Le malattie cardiache rappresentano un enorme problema in Italia

Circa un milione di italiani soffre d'insufficienza cardiaca, una malattia cronica che comporta una scarsa resistenza del muscolo cardiaco. Il cuore è l'organo con maggiore consumo energetico, ma il nostro organismo necessita di energia anche per innumerevoli altre funzionalità. Pertanto, è fondamentale preservare i propri livelli energetici nel corso della vita. Continua a leggere e scoprirai cosa puoi fare per ridurre la stanchezza e la fatica.

Secondo un articolo del Corriere della sera un milione di italiani soffre d'insufficienza cardiaca. Se si considera il fatto che la popolazione anziana in Italia sta aumentando, tale condizione è destinata a colpire sempre più persone in futuro.*

Con insufficienza cardiaca si intende anche l'avere un cuore "a corto di energia". Sebbene praticamente tutte le funzionalità dell'organismo necessitino di energia, il cuore è l'organo che presenta la maggiore richiesta energetica. Ciò ha perfettamente senso se si considera il fatto che tale muscolo deve contrarsi con una forza sufficiente per pompare il sangue in tutte le singole parti del corpo.

Mancanza di energia

Il nostro rischio di contrarre disturbi cardiovascolari può dipendere da diversi fattori genetici, ma gran parte del problema è legata al fatto che le persone seguono un'alimentazione sbagliata, fumano e non praticano sufficiente e regolare attività fisica.

Tali cambiamenti richiedono grande motivazione e di certo è necessaria molta energia per sentirsi in grado di perseguire uno stile di vita sano.
 

Ulteriori informazioni

 

L'aiuto degli integratori

I nostri livelli di energia diminuiscono con l'avanzare dell'età, fa parte del processo naturale d'invecchiamento. Tuttavia, un numero sempre maggiore di europei ha scoperto un metodo naturale per conservare i propri livelli di energia. Q10 Gold contiene il coenzima puro e naturale Q10 e la vitamina C, che aiutano a ridurre il senso di stanchezza e la fatica. Questo prodotto si è rivelato utile soprattutto per le persone di mezza età e per gli anziani che vogliono rimanere attivi nei loro anni più maturi per mantenersi in buona salute.

Documentato nello studio svedese
Alcuni anni fa, alcuni ricercatori svedesi hanno infatti condotto uno studio clinico denominato KiSel-10 in cui ad un gruppo consistente di uomini e donne anziani sono stati somministrati diversi integratori, tra cui il Q10 Gold. Trascorsi cinque anni, gli scienziati hanno potuto notare chiaramente che, rispetto a chi aveva assunto le "pillole fasulle" (placebo), i partecipanti che avevano assunto le compresse attive di energia si sentivano molto più energici ed avevano segnalato un miglioramento della qualità della vita. Lo studio KiSel-10 è pubblicato sull’International Journal of Cardiology.
 

Clicca qui per acquistare il prodotto


*Puoi leggere l'articolo completo qui: http://www.corriere.it/salute/cardiologia

Altre notizie