Cervicobrachialgia

Nome: Rino Olivotti

Domanda:
cervicobrachialogia da anni (ne ho 75) non sono stato mai soddisfatto dai Suoi colleghi che dicono..... è l'età.... So bene che non è vero ma al momento  nemmeno l'ausilio di qualche pedestre fisiatra mi ha aiutato e il collo oltre a dolermi mi dà distubi di equilibrio nella deambulazione, Devo tenermi anche questi ?  Provo anche il vostro approccio nella speranza che siate gente seria. Grazie e saluti. rino 0livotti                                  

Risposta:
Gentile Signor Olivotti, è sempre amaro sentire un paziente a cui nessuno ha saputo dare una risposta terapeutica convincente al proprio dolore e le sue parole devono far riflettere ogni Medico che faccia questa professione con coscienza.
 
"Cervicobrachialgia" è in fondo un'etichetta che abbastanza spesso nasconde l'incapacità di trovare una causa e un'origine precisa al disturbo da Lei lamentato, causa di certo benigna comunque vista la durata del sintomo.
 
La visita accurata di un medico tra i nostri associati sarà in grado di discernere se il suo dolore derivi dal rachide cervicale, come è probabile, dalle strutture articolari della spalla o da contratture muscolari cronicizzate conseguenti ad un problema vertebrale o articolare mai correttamente trattati e diagnosticati e  potrà essere il punto di partenza per la ricerca di una soluzione che a mio parere sarà diretta a trattare sia la causa articolare primitiva che gli esiti cronicizzati, con un trattamento articolato.
 
Mi metto direttamente a sua disposizione per un consulto telefonico  finalizzato a capire meglio il suo problema e ad indirizzarla al Collega più adatto a seguirla e più vicino a Lei, pregandola vivamente di contattarmi quando preferisce.
Cordiali Saluti
 
Dott. Alfredo Donatini
Presidente Sindacato Medici di Medicina Manuale- SIMeMM
www.simemm.org